Programma


Giorno 1: Catania - Enna e Madonie

Arrivo all’aeroporto di Catania, dove ad attendere ci sarà la nostra guida. Dopo le presentazioni di rito, si partirà verso Enna, capoluogo di provincia più alto d’Italia con i suoi 1.100mt. I Romani la chiamarono “Urbs Inexpugnabilis” per la sua postazione inattaccabile e le sue possenti fortificazioni. Visita del Castello di Lombardia, la Rocca di Cerere, il Duomo, il belvedere e la Torre di Federico. Pranzo libero. Dopo la visita proseguimento per le Madonie, sistemazione in agriturismo. Pernottamento.


Giorno 2: Sperlinga e Nicosia

Colazione in hotel e partenza per la visita di Sperlinga. Arroccata a 700 metri sul livello del mare attorno al suo castello, un piccolo borgo dalla storia antica, questa è Sperlinga. Infatti il sito su cui sorge, come tutto il territorio circostante, è caratterizzato da numerose grotte artificiali scavate nella pietra arenaria. Le grotte sono la sua peculiarità e ne fanno una piccola Matera in terra sicula. Una visita guidata del castello lascerà il visitatore senza fiato. È un raro esempio di castello rupestre in Sicilia. Esso è in parte scavato nella gigantesca mole d’arenaria e in parte costruito sulla stessa roccia. Attraversando i vari ambienti scavati nella roccia, l’ingegno e la fantasia dell’uomo vengono fuori insieme alla bellezza della natura: utilizzate come scuderie o cucine o forgia per i metalli oppure come silos per la conservazione e la distribuzione del grano. Ma gli ambienti sono anche cisterne d’acqua o prigioni. A pochi metri dal castello, nella sua parte bassa, si trovano alcune grotte scavate nella roccia. Sono circa cinquanta e sono collegate tra di loro da stradine e gradini anch’essi scavati nella roccia. Un vero e proprio borgo rupestre. Ancora oggi alcune di queste grotte sono utilizzate come abitazioni ed in alcune di esse il comune di Sperlinga ha ricreato gli ambienti tipici di un tempo con arredi e suppellettili originali. A pieno titolo qualche anno fa è stato inserito nella lista dei Borghi più belli d’Italia.
Pranzo libero. Nel pomeriggio visita di Nicosia, la nobile città rupestre dei 24 baroni. Percorso panoramico tra chiese e scorci rupestri sui passi di San Felice da Nicosia (frate Francescano cappuccino) e non solo. Visiteremo la Cattedrale, presepi artistici unici al mondo e la Chiesa di Santa Maria degli angeli. Rientro in agriturismo


Giorno 3: Gangi e Petralia Soprana

Partenza per la visita di Gangi, nominato borgo più bello d’Italia nel 2014, dove visiteremo l’unico Santuario dedicato allo Spirito Santo in Italia. Palazzo Bongiorno, chiesa madre, vie del borgo, museo (pinacoteca giambecchina , archeologico, armi, civiltà contadina). Pranzo libero. Partenza alla scoperta di Petralia Soprana, Borgo più bello d’Italia del 2018 Questo gioiello di Sicilia è il comune più alto delle Madonie. Ancora oggi il paese conserva integra la struttura urbanistica medievale, con strade strette dal manto lastricato, chiese e palazzi nobiliari, suggestivi cortili e lineari case in pietra che si allargano in suggestive piazzette e splendidi panorami. Petralia Soprana è un paese al di fuori delle classiche mete turistiche che ormai “sopravvive a se stesso” assumendo sempre più l’aspetto di un “presepe vivente”. In serata rientro in agriturismo


Giorno 4: Geraci Siculo e Castelbuono

Alle pendici delle Madonie, una delle zone più belle della Sicilia, sorge il piccolo borgo di Geraci Siculo. Per entrare nel borgo vero e proprio si percorre via Biscucco. Tra vicoli e stradine si giunge ai resti del castello, di probabile origine bizantina, poi trasformato dai Ventimiglia in fortezza militare. Nello stesso luogo sorge anche l’antica chiesa di Sant’Anna, considerata la cappella dei Ventimiglia. La tradizione vuole che qui fosse custodito, sin dal 1242, il teschio di Sant’Anna. A pochi passi dal castello troviamo la chiesa di San Giacomo. In essa si conservano preziose opere tra cui la statua in legno raffigurante il Santo, un affresco bizantino risalente a XIV secolo e un crocefisso ligneo. Nel pomeriggio visita al borgo di Castelbuono è situato alle pendici del “Colle Milocca”, nella vallata delle Madonie, ed è inserito nella scenografia dei rilievi di Pollina, San Mauro, Geraci, Gibilmanna, Isnello, tra numerosi boschi di querce, castagno, ciliegio, e frassino. Il centro storico conserva ancora edifici di un antico passato che si innalzano tra le vie strette di questo Borgo Autentico.


Giorno 5: Catania

Colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto. In base all’orario di partenza del volo, visita della città di Catania



Prezzo variabile in base al numero di persone: €1040 con 4 persone, €880 con 6 persone; €790 con 8 persone