Programma


Giorno 1, Arrivo a: Kathmandu

(Cena)

Arrivo a Kathmandu e disbrigo delle formalità doganali. Incontro con la guida locale e trasferimento all’hotel prescelto. Situata a 1337 m di altitudine, Kathmandu è una città piena di contrasti con i suoi agglomerati urbani che racchiudono uno straordinario patrimonio culturale ed artistico. Pranzo libero. Nel pomeriggio inizio del programma di visite: nel centro della città vecchia, fondata nel XII secolo dalla dinastia dei Malla, si apre la storica Durbar Square, la Piazza del Palazzo, dove venivano incoronati i re della città; fu dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1979. Sulla Durbar Square e sulle due piazze limitrofe si affacciano l’antico palazzo reale con balconi e finestre di legno decorati con pregevoli intagli; templi e monasteri induisti consacrati a Brahma il creatore, Vishnu il conservatore, Shiva il distruttore e il rigeneratore; splendidi edifici con cortili, come la Dimora della Kumari, una fanciulla scelta come dea vivente della città. Tutto intorno si dirama il labirinto di vie della città vecchia. Proseguimento per Swayambhunath, chiamato anche “tempio delle scimmie” per la folta colonia di scimmie che vi vive; il grande complesso buddista domina la città, con gli occhi vigili del Buddha che scrutano la valle in ogni direzione. La collina sulla quale sorge il tempio era, secondo la leggenda, un’isola emersa sopra un grande lago che sommergeva l’intera valle di Kathmandu, le sue origini storiche risalgono al 460 d.C. Cena in albergo.


Giorno 2: Kathmandu

(Colazione e cena)

Prima colazione in hotel. La mattina è dedicata alla visita di Patan, che è la seconda città della valle e sorge a sud di Kathmandu, ma è stata parzialmente inglobata dalla capitale. Storicamente è conosciuta con il nome sanscrito di Laliput, “città della bellezza”, fondata nel 250 a. C, governata da aristocratici locali e conquistata infine dai sovrani Malla. La Durbar Square di Patan è costellata di templi, palazzi ed edifici, che costituiscono una straordinaria rassegna di architettura newari. Pranzo libero. Nel pomeriggio si visitano due importanti santuari: Pashupatinat, il tempio hindu più importante del Nepal, sorge lungo le sponde del fiume sacro Bagmati, alla periferia orientale di Kathmandu. Il tempio è dedicato a Shiva distruttore e insieme creatore, ed è teatro di frequenti cremazioni, in cui il corpo del defunto, avvolto in un sudario, viene disteso su una pira di legno e dato alle fiamme. Solo gli hindu possono accedere al tempio principale in cui avvengono le celebrazioni funebri, ai visitatori è riservato l’argine opposto del fiume, da dove si può scorgere una parte del complesso sacro e la scalinata delle cremazioni. Si raccomanda il massimo rispetto durante le cerimonie funebri; Bodhnath, chiamato anche Boudha, centro religioso della consistente comunità di esiliati tibetani del Nepal. Il villaggio si sviluppa intorno ad un enorme stupa circolare sormontato dallo sguardo del Buddha, il luogo è suggestivo e animato da pellegrini tibetani che si muovono intorno allo stupa in senso orario facendo girare le ruote di preghiera. Rientro in albergo e cena.


Giorno 3: Kathmandu

(Colazione e cena)

Prima colazione in hotel. Al mattino le visite iniziano a Al mattino visita di Bhaktapur, il terzo centro urbano più grande della valle, situato a circa 30 minuti da Kathmandu, sull’antica via commerciale per il Tibet. La città è splendida ed ha conservato intatto il carattere tradizionale dell’epoca Malla, nella sua Durbar Square, nei templi, santuari, edifici, fontane, e nelle vie animate da vasai, intagliatori di legno, tessitori e numerosi artigiani di tradizioni centenarie. Pranzo libero. Sulla via del ritorno sosta a Changu Narayan (5 km – 25 minuti circa) in cima ad una collina. Il tempio attuale fu ricostruito nel 1702 in seguito ad un incendio, ma le sue origini risalgono al IV secolo, ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Il suggestivo tempio, consacrato a Vishnu nella sua incarnazione di Narayan, è riservato agli hindu, ma i veri gioielli sono rappresentati dalle antiche sculture che punteggiano il cortile. Rientro a Kathmandu. Cena in albergo.


Giorno 4: Dhulikel
  • Kathmandu – Dhulikel

(Colazione e Cena)

Prima colazione in hotel. Trasferimento a Panauti (40 km – 1 ora e mezza circa), la cittadina, che sorge alla confluenza dei fiumi Roshi e Pungamati, era un tempo il punto di incontro di importanti vie commerciali, e nella piazza centrale sorgeva un palazzo reale. Conserva ancora costruzioni di grande pregio come il Tempio Indreshwar Mahadev dedicato a Shiva, l’edificio a tre piani fu eretto nel 1294 e ricostruito nel XV secolo, è probabilmente il tempio più antico del Nepal ed è un capolavoro dell’arte dell’intaglio ligneo newari. Pranzo libero. Proseguimento per Dhulikhel (11 km – mezz’ora circa), a 1550 m s.l.m., città newari ed una delle località panoramiche più rinomate della Valle di Kathmandu. Da est a ovest si possono ammirare le vette himalayane di Langtang Lirung (7246 m), il Dorje Lakpa (6966 m), il Gauri Shankar (7145 m), il Melungtse (7181 m) e il Numbur (5945 m). Sistemazione all’hotel prescelto. Passeggiata nel bazar. Rientro in hotel: cena e pernottamento.


Giorno 5: Pokhara
  • Dhulikel – Pokhara

(Colazione e cena)

Prima colazione in hotel. Partenza al mattino per un lungo trasferimento di km 230, che in circa 5 ore di viaggio ci condurrà fino a Pokhara. L’arrivo a Pokhara è annunciato dal triangolo quasi perfetto del Machhapuchhare (6997 m), che nelle giornate limpide si riflette sulle tranquille acque del Lago Phewa. Nonostante sia la seconda città del Nepal, Pokhara (884 m) si presenta come una cittadina tranquilla, dove rilassarsi con una gita in barca sul lago, o da dove partire per passeggiate di poche ore o trekking di più giorni, immergendosi nella tranquillità e nel silenzio della montagna. Sistemazione nell’hotel prescelto. Secondo l’orario di arrivo si effettuerà una gita in barca a remi sul Lago Phewa, il secondo del Nepal per dimensioni, fino all’isoletta situata al centro del lago, che ospita il piccolo ma importante Tempio Barahi, una pagoda a due piani dedicata a alla dea Shakti. Rientro in albergo e cena.


Giorno 6: Pokhara

(Colazione e Cena)

Prima dell’alba trasferimento a Sarangkot (5 km – 30 minuti circa), il punto più alto della Valle di Pokhara, situato a 1592 m. Nelle giornate limpide, la vista del sole che sorge dietro la catena dell’Annapurna, è un’esperienza emozionante. Rientro in albergo per la prima colazione. La giornata è dedicata alla visita di Pokhara e delle sue maggiori attrattive. Si inizia con una passeggiata nella città vecchia, a circa 4 km dal lago, con il suo colorato bazaar e i numerosi negozi di oggetti sacri induisti e buddisti. Su una piccola collina si erge il Tempio Bindya Basini, del XVII secolo, e consacrato alla dea Durga, l’incarnazione guerresca di Parvati, venerata nella forma di un fossile di ammonite. Proseguimento al villaggio tibetano, dove i rifugiati tibetani si dedicano all’arte della tessitura dei tappeti, il piccolo tempio nel centro del villaggio ospita 100 monaci. Pranzo libero. Al pomeriggio visita delle Cascate di Devi, dove il torrente Pardi Khola si getta prima di scomparire sottoterra, sul lato opposto si trova una grotta hindu consacrata a Shiva, molto venerata nella forma di una grande stalattite, la grotta è chiusa nella stagione dei monsoni. Rientro in albergo e cena.

Informazioni aggiuntive:

A Pokhara si possono effettuare numerose attività, oltre passeggiate nella campagna circostante, nei villaggi dei dintorni e ai laghi, si possono compiere voli con ultraleggeri sulle montagne, parapendio, mountain bike, rafting, golf (informazioni e costi in hotel).


Giorno 7: Kathmandu
  • Pokhara – Kathmandu

(Colazione e cena)

Prima colazione in hotel. Escursione ad est di Pokhara, fino al Begnas Tal, il lago è situato a un’altitudine di 650 m, e copre un’area di 3 kmq, è un luogo molto tranquillo e nelle giornate limpide le montagne della catena dell’Annapurna si riflettono nitide nelle sue acque. Pranzo libero. Trasferimento all’aeroporto di Pokhara e volo di circa mezz’ora per Kathmandu. All’arrivo trasferimento in hotel: tempo a disposizione per il riposo o attività individuali. Cena e pernottamento.

Informazioni aggiuntive:

Pokhara/Begnas Tal = 13 km – 45 minuti circa.
Volo Pokhara/Kathmandu quota su richiesta.


Giorno 8: Partenza

(Colazione)

Dopo la prima colazione trasferimento in aeroporto per il volo di rientro.



** LE VISITE DURANTE IL TOUR POTREBBERO SUBIRE MODIFICHE SENZA ALCUN PREAVVISO **