Programma


Lunedì, 26 dicembre: Cape Town

All’arrivo all’aeroporto internazionale di Città del Capo, una volta terminate le formalità  doganali e ritiro dei bagagli, incontro con autista di lingua inglese per il trasferimento al Commodore (circa 30-40 minuti, a seconda del traffico). Il Commodore Hotel si affaccia sul Victoria & Alfred Waterfront e offre viste spettacolari sulla Table Mountain e su Robben Island.

Pomeriggio a disposizione.

Alle ore 18:00 incontro con la guida in hotel per il benvenuto, la consegna della  documentazione e la condivisione delle informazioni del viaggio. La serata si conclude con un Cape Malay Feast di tre portate presso il ristorante The Clipper, situato all’interno dell’hotel. Tutte le bevande escluse.
La festa di Cape Malay riguarda la celebrazione della recente pubblicazione di un piccolo libro di cucina ricco di ricette autentiche per i pasti tradizionali di Cape Malay.


Martedì, 27 dicembre: Cape Town

Prima colazione in hotel e alle 08:30, partenza con la guida di lingua italiana per un tour di mezza giornata a Città del Capo (ingresso per Slave lodge incluso).
Il tour inizia con la visita di Table Mountain condizioni atmosferiche permettendo. Il biglietto della cabinovia non è incluso e sarà da pagare localmente in quanto questa risalita dipende sensibilmente dalle condizioni metereologiche. Questa meta consente di avere delle viste panoramiche sulla Città Madre e sulla costa atlantica con Robben Island in lontananza che giace assonnata nel porto di Table Bay.
Visita a “Bokaap” (il quartiere di Cape Malay) dove un vivace assemblaggio di architettura del XIX e XVII secolo culmina per formare un quartiere multiculturale. La visita del Museo Bo Kaap mette in mostra la cultura e il patrimonio islamico locale. Inizialmente una casa che rappresentava lo stile di vita di una famiglia musulmana del diciannovesimo secolo, l’edificio è diventato un museo di storia sociale che racconta la storia della comunità locale durante il colonialismo e l’apartheid.

L’escursione prosegue con una passeggiata attraverso i Company Gardens. Dagli scoiattoli a una varietà di piante, è un luogo felice per immergersi nelle “vibrazioni di Città del Capo” . All’estremità del giardino si raggiunge un monumento che è stato creato per commemorare la vita e l’opera di Desmond Tutu, affettuosamente chiamato dai sudafricani “The Arch” è un tributo ai valori della Costituzione sudafricana. The Arch è stato installato accanto alla storica Cattedrale di San Giorgio, nota anche come “Cattedrale del popolo”, per il suo ruolo nella resistenza contro l’apartheid.
Slave Lodge esplora la storia di questi immigranti e come hanno contribuito alla ricchezza e alla diversità della storia sudafricana. Il tour termina con una sosta al Truth Café, una caffetteria artigianale “ispirata allo steampunk” che serve tutti i caffè tostati a mano in un tamburo di ghisa vintage (consumazioni non incluse)

Ritorno in hotel alle ore 13:30 circa.

Alle ore 18:00 incontro con un autista parlante inglese in hotel per un trasferimento con la navetta del ristorante Gold per cena al ristorante Gold. Qui è prevista una sessione interattiva di Djembe Drumming alle 18:30 seguita da un banchetto di 14 piatti africani e intrattenimento alle 19:00 (1 drink all’arrivo incluso: spumante con foglia d’oro o cocktail fresco africano).

Ritorno in hotel alle 21:30 circa.


Mercoledì, 28 dicembre: Penisola del Capo

Prima colazione in hotel e alle ore 8:30 incontro con una guida di lingua italiana per la visita della Penisola del Capo (pranzo e ingressi inclusi per Seal Island Cruise, Boulders Beach Penguins, Cape Point Nature Reserve, Flying Dutchman e Kirstenbosch National Botanical Gardens). Bevande escluse.
Il tour inizia lungo la costa atlantica attraverso Sea Point, Clifton e Camps Bay, proseguendo per Hout Bay, un pittoresco villaggio e porto di pescherecci con magnifica vista sulle montagne e sulla spiaggia.
Una volta arrivato al porto è prevista una gita in barca per vedere Seal Island – l’isola delle foche (condizioni meteorologiche e marine permettendo) proseguendo poi attraverso Chapman’s Peak, che è uno dei percorsi costieri più mozzafiato del mondo, verso la Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza e Cape Point, considerato idealmente il punto d’incontro dell’Atlantico e dell’Oceano Indiano. Si sale sulla funicolare di Cape Point fino al faro da dove godere la vista da questo punto panoramico.
Dopo aver esplorato il Capo di Buona Speranza, si parte per la storica Simon’s Town, un villaggio dall’affascinante architettura vittoriana, una base navale e la bellissima Boulders Beach, che ospita una crescente colonia del vulnerabile pinguino africano. Passerelle di legno consentono ai visitatori di ammirare i pinguini nel loro habitat naturale.

Una sosta per il pranzo viene effettuata nelle vicinanze (bevande non incluse)

La giornata termina con una visita ai famosi giardini botanici nazionali di Kirstenbosch, rinomati in tutto il mondo per la bellezza e la diversità della flora del Capo e per la magnificenza della sua cornice contro i pendii orientali della Table Mountain.

Alle ore 18 è previsto il rientro in hotel.

Pernottamento all’hotel Commodore in camera standard con prima colazione.


Giovedì, 29 dicembre: Vigneti del Capo

Prima colazione in hotel e alle ore 08:30 incontro con una guida di lingua italiana per un tour dei vigneti del Capo per la giornata intera (pranzo e 3 degustazioni di vini inclusi).
L’escursione si snoda nel cuore delle Cape Winelands, attraverso superbe catene montuose, vigneti e fattorie olandesi del Capo. La regione vanta una grande bellezza, cultura ed è immersa nella storia sudafricana. Si visita Stellenbosch con passeggiata lungo i viali fiancheggiati dai canali, all’ombra di querce giganti ed edifici storici splendidamente conservati.
Proseguimento attraverso l’Helshoogte Pass fino alla città di Franschhoek, storicamente risalente al 17° secolo, quando arrivarono gli ugonotti francesi. Presentata come la capitale gastronomica del Sud Africa, questa affascinante città, in una valle pittoresca, conserva uno stile ugonotto francese.

Pranzo e degustazione vini.

Proseguimento per Paarl, uno dei primi distretti agricoli del Capo. Il paese è adagiato ai piedi del grappolo di notevoli cupole granitiche da cui prende il nome.

Alle ore 18:00 rientro in hotel.

Pernottamento all’hotel Commodore in camera standard con prima colazione.


Venerdì, 30 dicembre: Mpumalanga
  • Città del Capo – Mpumalanga

Prima colazione in hotel e trasferimento con autista parlante inglese per l’aeroporto di Citta del Capo.

All’arrivo a Johannesburg Oliver Tambo incontro con la guida parlante italiano e autista parlante inglese per un trasferimento verso Mpumalanga, Lions Rock Rapids Tented Camp, Hazyview (circa 5 ore secondo le fermate).

Partenza per la regione di Mpumalanga, nota per le sue meraviglie naturalistiche, dai grandi parchi alle formazioni geologiche. Il percorso, dall’altopiano di Johannesburg (circa 1800 m) scende a circa 530 m, ed è affascinante vedere il cambiamento del paesaggio e della vegetazione tra le due province.

Ritrovo presso l’area principale per il cenone di Capodanno (bevande escluse). Il team di gestione di Lions Rock avrà in programma qualcosa di speciale per questa notte.

Pernottamento a Lions Rock Rapids Tented Camp, in Luxury Tent. Cena e prima colazione incluse, bevande escluse


Sabato, 31 gennaio: Great Kruger

Colazione a Lions Rock e verso le 10:00 proseguimento per il Greater Kruger per iniziare l’esperienza emozionante dei safari. Autista parlante inglese e guida parlante italiano. – trasferimento su strada per Honeyguide Mantobeni Camp – Manyeleti Private Game Reserve (circa 2 e mezza di auto).

Arrivo all’Honeyguide Mantobeni Camp in tempo per il pranzo, servito alle 14:00, seguito dal safari pomeridiano di 3 ore, con partenza alle 15:30 (durante la sosta al tramonto verrà offerto uno spuntino leggero con succo di frutta/bibita analcolica o bevanda alcolica).

A seconda dell’attività degli animali rientro al campo verso le 18:30 per la cena. Questo è un pasto in comune con altri ospiti e ranger servito all’esterno (tempo permettendo).

Chi soggiorna presso questo prestigioso camp disporrà di servizio di pensione completa e potrà partecipare al completo programma di safari fotografici che le guide offrono, con due uscite giornaliere, una al mattino presto ed una nel tardo pomeriggio, tutti effettuati a bordo di veicoli 4×4 aperti.

Pernottamento a Honeyguide Mantobeni Camp, in Luxury Tent. Pensione completa e tutte le attivita di safari incluse, Bevande escluse


Domenica, 1 gennaio: Great Kruger

Sveglia alle 06:00 con il suono dei tamburi per caffè o tè prima dell’incontro per il primo Safari alla ricerca dei Big 5! Alle 06:30 partenza dal campo (durante la sosta mattutina verrà offerto uno spuntino leggero con caffè / tè). A seconda dell’attività degli animali, ritorno al campo verso le 09:30 per la colazione. Resto della mattinata libero.

Il pranzo è servito alle 14:00. Questo è un pasto in comune con altri ospiti e ranger servito all’esterno (tempo permettendo).

Alle 15:30 nuovo incontro per ripartire con l’attività di safari pomeridiano di 3 ore. A seconda dell’attività degli animali, rientro al campo verso le 18:30 per la cena.

Pernottamento a Honeyguide Mantobeni Camp, in Luxury Tent. Pensione completa e tutte le attività di safari incluse. Bevande escluse.


Lunedì, 2 gennaio: Blyde River Canyon
  • Great Kruger – Blyde River Canyon

Dopo l’ultimo foto-safari di primo mattino e colazione al lodge partenza (verso le 10:00) con la guida di lingua italiana per il trasferimento via terra all’aeroporto internazionale Oliver Tambo, Johannesburg (circa 8 ore).
Lungo il percorso, sosta per la visita dei Three RondavelsBlyde River Canyon.
I tre Rondavels (a volte indicati come le tre sorelle) si riferiscono a una meraviglia geologica logora che si trova nella riserva naturale del Canyon del fiume Blyde in Sud Africa. La riserva naturale si trova nella scarpata di Drakenserg in Sud Africa. Le tre Rondavel sono un gruppo di tre cime montuose rotonde e quasi appuntite
coperte di erba. Le vette assomigliano ai tradizionali Rondavels (strutture a forma di capanna) che sono stati costruiti utilizzando materiali locali come fango, erba e alberi. Conosciuti da visitatori italiani come I tre”panettoni”.

L’arrivo a Oliver Tambo e’ previsto per circa le 18:00.



Il programma non prevede sistemazioni per famiglie o camere triple.