ISOLE MERGUI

Le Isole Mergui sono un luogo ancora incontaminato e pieno di fascino, dove il mare la fa da padrone e la natura ha creato scenari spettacolari ancora intatti. L’arcipelago presenta isole di granito e calcare, coperte da palme e mangrovie, che nascondono una biodiversità naturale ricca e affascinante. Le Isole Mergui sono perlopiù disabitate, o meglio, non abitate stabilmente. Nelle acque dell’arcipelago infatti, vivono i Moken (nomadi del mare) e abilissimi pescatori in apnea, che si stabiliscono in alcune isole da magio a ottobre, quando il clima rende la navigazione estremamente pericolosa.

Le Isole Mergui sono ubicate lungo la costa sud est del Myanmar e l’arcipelago si estende per più di quattrocento chilometri. La città di Mergui, detta anche Myeik, è la città portuale che dà il nome all’arcipelago e si trova a metà strada tra Tavoy, a nord, e Kaw Thaung, a sud, le uniche due porte di accesso alle Mergui. L’aereo è sicuramente l’opzione più comoda e veloce, dalla città tailandese di Ranong, facilmente raggiungibile da Bangkok, e voli settimanali che collegano la città di Myeik a Kaw Thaung e Yanong. Inoltre potrete accedere alle isole anche per via terrestre, con bus dalla Southern Station di Bangkok fino alla stazione bus di Ranong. Infine l’arcipelago è raggiungibile anche con un treno notturno dalla stazione Hua Lamphong di Bangkok fino alla città di Chumphon, sulla costa est della Tailandia. Qui dovrete prendere un bus o minivan per raggiungere Ranong (circa quattro ore di viaggio) e dal porto di Ranong, un’imbarcazione, fino alla città di Kaw Thaung. Via terra vi sono collegamenti frequenti di bus o minivan tra Myeik e Kaw Thaung (14 ore circa di viaggio) e tra Myeik e Yanong con fermate opzionali a Tavoy.

Il periodo migliore per godere del fascino dell’arcipelago Mergui, è da novembre a metà febbraio, dove le temperature vanno da un minimo di diciotto ad un massimo di trenta gradi e la temperatura dell’acqua è perfetta per lo snorkeling e le immersioni. In primavera è consigliabile organizzare un viaggio fino alla fine di marzo, mentre da giugno a ottobre si è nel pieno del periodo monsonico.

Alle Isole Mergui potrete esplorare isole incontaminate, con una natura lussureggiante, spostandovi da isola ad isola con le caratteristiche imbarcazioni, kabang. Vista la prossimità di molte isole alle due città portuali è possibile effettuare visite in giornata con immersioni e pranzi sulla spiaggia.
L’Isola di Lampi e Parco Marino, con partenza crociere da Kaw Thaung, vanta l’unico parco marino presente in Myanmar, istituito nel 1996. L’isola offre una ricchezza straordinaria di flora e fauna che ne fanno un luogo unico, e spiagge con scogliere di granito. Le barriere coralline perfettamente conservate proteggono una varietà di pesci tropicali, e i dugonghi, mammiferi marini, l’unica specie del genere Dugong Lacépède.

Visitabile in giornata, con partenze da Myeik, l’Isola di Kadan, è l’ideale per fare passeggiate e gustare il cibo del luogo. Con splendidi panorami che si ammirano dalla vetta di due colline, l’Isola di Myeik, con partenza da Myeik, presenta un gigantesco Buddha reclinato di settantadue metri.

Un luogo magico sicuramente da visitare è l’Isola di Cocks Comb, che dista due ore da Kaw Thaung. Quest’isola isolata, disabitata e incredibilmente bella, rappresenta l’essenza di questo arcipelago. L’isola paradiso per lo snorkeling, è un atollo di granito con al centro una laguna di acqua cristallina.

Infine potrete esplorare e visitare l’isola di Daung Kyun, raggiungibile da Myeik, che presenta basse scogliere, ottimi punti di partenza per le immersioni, e una piccola cascata nel mezzo della foresta, luogo ideale per rilassarsi e sostare. In conclusione presso quest’isola potrete incontrare la popolazione dei Moken, nomadi del mare, con le loro tradizioni.